Fai una richiesta
Trova una struttura in Alto Adige

Casco si o casco no?

Ormai è obbligatorio su moto e motorini e per i bambini lo è già anche sulle piste da sci, il casco è senza dubbio un valido aiuto per evitare di farsi male sciando!

Allora che aspettate! Alla fine sta diventando anche lui un accessorio alla moda! Nero per i più seri, colorato o con le orecchie di peluches per chi si diverte a prendersi un po' in giro!

Chi lo ha già provato sulle piste assicura che è anche meglio del cappello o del berretto di lana! Non fa passare l’aria e tiene molto più caldi!

Le caratteristiche di un buon casco

Non tutti i caschi sono uguali, però, ci sono normative ben precise che specificano quali devono essere le caratteristiche di un buon casco. Innanzitutto devono rispettare i requisiti  della norma: UNI EN 1077  che stabilisce:

  • l’ampiezza del campo visivo (che deve essere pari ad almeno 210° in orizzontale e 70° in verticale
  • l’estensione minima del cranio coperta dal casco
  • la larghezza del sottogola (che deve essere almeno di 15 centimetri e non deve avere la mentoniera)
  • la capacità di assorbimento degli urti (la prova prevede un impatto alla velocità di 20 km/h)
  • la resistenza alla penetrazione da parte di corpi appuntiti
  • la capacità del casco di non sfilarsi con l’urto
  • la facilità di sgancio dopo l’urto

Il casco inoltre, deve sempre essere regolato in modo da adattarsi a chi lo indossa, deve essere indossato propriamente (non spinto indietro sulla nuca, ad esempio) e deve essere sostituito dopo ogni urto violento.

Non c’è da dimenticare poi che il modo migliore per evitare incidenti sulle piste e per passare una vacanza davvero divertente è quello di mantenere un comportamento coscienzioso per se e per gli altri!