Fai una richiesta
Trova una struttura in Alto Adige

Pala di Santa

Si parte dal parcheggio del Passo di Lavazè (1825 m), tra le valli d’Ega e di Fiemme, una delle zone più note per lo sci di fondo.

Percorrere la strada per circa 200 m in direzione Bolzano fino a incontrare sulla destra, in prossimità del cartello Passo Pampeago, il sentiero n. 9 diretto a est.

La via pianeggiante ai piedi del fianco nord della Pala di Santa traversa dapprima un prato e poi, restringendosi, un magnifico bosco d’alto fusto. Dopo un tratto in leggera salita, si restringe ancora per scendere con pendenza moderata lungo una pendice boschiva.

Dopo una buona ora di marcia si affrontano ancora 15 minuti di salita (sempre sul sentiero n. 9, con tratto finale lungo la pista da sci) fino al Passo Pampeago (1996 m), uno dei due poli del comprensorio sciistico di Obereggen/Pampeago.

Dal passo si piega a destra e, attraversato un bosco di cirmolo, si sbocca sulla pista da sci che scende dalla Pala di Santa e che va seguita all’insù tenendosi sul lato destro al limitare del bosco.

Superato un gradone naturale si arriva sul crinale di vetta, pianeggiante e privo di vegetazione arborea. Raggiunto il punto di arrivo dello skilift (sempre tenendosi leggermente a destra) restano da coprire gli ultimi 20 minuti di strada che separano dalla lignea croce di vetta (2488 m), con libro su cui lasciare la propria firma.

Tempo di percorrenza da Passo Pampeago 1,30 ore.

Il ritorno segue le tracce della salita.

In breve

  • Tempo di percorrenza: 5 ore in totale >> dislivello 670 m >> media difficoltà
  • Per la Val d’Ega (oppure da Cavalese lungo la Val di Gambis) fino al Passo di Lavazè, con parcheggio.
  • Carta turistica Kompass n. 74 o n. 79 (1:50.000) oppure n. 629 (1:25.000)
Consigli vacanza