preview
Fai una richiesta
Trova una struttura in Alto Adige
  1. Temi
  2. Mountain Bike
  3. Bici da corsa
  4. Passi Dolomitici

Passi dolomitici per bici da corsa in Alto Adige

La destinazione da sogno per molti ciclisti su strada è l'Alto Adige, soprattutto per gli spettacolari passi dolomitici, che coniugano perfettamente la sfida sportiva con panorami da sogno. Qui troverete fantastici tour in bici da corsa, lungo i quali potrete conoscere le Dolomiti patrimonio dell'umanità UNESCO dal loro lato più bello.

Chi ha abbastanza, tenacia e allenamento può anche combinare più tour insieme. Alcuni dei percorsi valicano i confini dell’Alto Adige toccando anche le provincie di Trento e Belluno.

Due passi non sono abbastanza

Il famoso Sellaronda non è famoso solo tra gli sciatori, ma anche tra gli amanti della bici da strada. I quattro famosi passi: Passo Sella (2.121 m), Pordoi (2.239 m), Campolongo (2.244 m) e Gardena (1875 m) sono una sfida anche per i ciclisti. Diversi i punti d’ingresso al percorso di 58 km. Partendo da Selva di Val Gardena, procedendo in senso antiorario, sono circa 1.800 i metri di dislivello da affrontare.

Un altro tour attraverso i passi dolomitici porta ancora più in alto, fino a 2.450 metri. Il giro di 82 km parte da Corvara in Val Badia. Via La Villa si raggiunge il Passo Valparola (2.168 m), quindi si scende al Passo Falzarego (2.105 m) e si prosegue per Pocòl. Dopo una breve discesa, la salita inizia al Passo Giau (2.236 m). Via Colle Santa Lucia si prosegue verso Arabba e si oltrepassa Passo Campolongo (1875 m) fino a Corvara.

Doppio divertimento

Da Prato Isarco, pochi chilometri a est di Bolzano, ci sono due strade per raggiungere Passo Nigra (1.690 m). La Alte Tierser Straße con pendenza fino al 24 percento rappresenta la sfida più grande. Dal Passo di Costalunga (1.752 m), si passa il Lago di Carezza in Val d'Ega per tornare poi a Bolzano - un giro di 67 km e 1.600 metri di dislivello con una magnifica vista del Catinaccio e del Latemar.

Impegnativo ma molto panoramico è anche il giro di 101 km attorno le Tre Cime con quasi 2.300 metri di dislivello: il giro in bici da strada porta da Dobbiaco al rifugio Auronzo e al lago di Misurina. Si prosegue sul Passo di Sant'Antonio (1489 m) e il Passo del Monte Croce (1636 m) fino a Sesto e ritorno a Dobbiaco.

Un passo è sufficiente

Da Passo delle Erbe (1.982 m) con una splendida vista sul suggestivo Sass de Putia, ci sono diverse varianti per i ciclisti su strada. Un giro di circa 90 km con poco più di 2.300 metri di dislivello inizia a Naz in Valle Isarco e conduce a Bressanone e Sant'Andrea sul Passo delle Erbe. Da lì si scende a San Martino in Badia e in Val Badia fino a Montal. Poi si pedala sulla pista ciclabile della Val Pusteria fino a Rio di Pusteria e Sciaves.

Il Passo Furcia (1.789 m) è più tranquillo di altri passi nelle Dolomiti. Un giro consigliato di quasi 46 km di lunghezza con poco più di 1.100 metri di altitudine conduce da Brunico via Sorafurcia e Valdaora, sul Passo Furcia. Da lì si prosegue in bici fino a San Vigilio di Marebbe e via Maria Saalen e San Lorenzo, fino a Brunico.

Suggerimento

Durante il Sellaronda Bike Day i ciclisti possono pedalare lungo il classico giro dei 4 passi in totale libertà e durante il Dolomites Bike Day, senza traffico sui passi: Pordoi (2.239 m), Fedaia (2057 m), Valparola (2.168 m), Falzarego (2.105 m) e Campolongo (1.875 m).

Consigli vacanza