thumbnail
Fai una richiesta Trova una struttura in Alto Adige
Richiedi offerte & Trova alloggi

Transumanza – il viaggio delle pecore in Val Senales

Durante la transumanza dalla Val Senales alla Valle Ötztal, all'inizio del periodo estivo ogni anno vengono portati da 3.000 a 4.000 pecore dall'Alto Adige attraverso il confine di stato italo-austriaco verso il Tirolo, che fanno poi rientro in patria in autunno. Animali e pastori, in questo viaggio, si trovano ad affrontare 3.200 metri di salita e 1.800 metri di discesa, lungo percorsi che hanno migliaia di anni.

Transumanza è il termine usato per descrivere lo spostamento di mandrie (in particolare pecore, capre e mucche) accompagnate dai pastori nei pascoli di alta montagna in determinati periodi dell'anno. I percorsi sono gli stessi da secoli e, oltre ai cani, ad aiutare i pastori nel loro compiti anche i cavalli. Gli spostamenti nei pascoli alpini nelle Alpi, non sono considerati transumanza, anche se esistono parallelismi.

Patrimonio culturale immateriale dell'UNESCO

Nel 2019, la transumanza è stata aggiunta all'elenco del patrimonio culturale immateriale internazionale dell'UNESCO su richiesta congiunta di Italia, Austria e Grecia. La tradizione tramandata di generazione, in generazione promuove la biodiversità e rappresenta lo stretto legame tra uomo e animale, promuovendo un progetto di agricoltura sostenibile.

La pecora della Val Senales

La transumanza è una tradizione presente in diverse regioni del mondo, in particolare nel Mediterraneo, ma la transumanza delle pecore dalla Val Senales ai pascoli estivi vicino a Vent nella Ötztal è l'unica transumanza che oltrepassa confini nazionali e ghiacciai. La transumanza sulle Alpi della Val Venosta esiste da almeno 6.000 anni.

Un percorso pericoloso tra rocce e neve

A giugno, le pecore vengono guidate lungo 2 percorsi diversi: da Maso Corto sul Giogo Alto (2.520 m) al Rofental e da Vernago sul Giogo Basso (3.017 m) al Niedertal. L'escursione dura anche 2 giorni per le pecore provenienti dalla Val Venosta: iniziano un giorno prima a Lasa e trascorrono la notte nei punti di raccolta di Maso Corto e Vernago. In totale, percorrono fino a 44 km.

Dopo aver trascorso l'estate brucando l’ottima erba e le piante aromatiche sugli alti pascoli alpini, le pecore a settembre, tornano dalla Ötztal di nuovo in Val Senales. A causa delle condizioni climatiche più miti, il ritorno è più facile da gestire. Il rientro delle pecore viene celebrato ogni anno con una grande festa.