Fai una richiesta
Trova una struttura in Alto Adige
  1. Temi
  2. Cultura
  3. Curiosità & Consigli
  4. Le Dolomiti, teatro di Guerra

La storia vissuta sulle Dolomiti

Le Dolomiti, fronte italiano della Prima Guerra Mondiale! Fin dal Medioevo le Dolomiti hanno costituito la frontiera naturale tra la Germania, l'Austria e l'Italia.

Proprio le Dolomiti sono protagoniste di un triste capitolo della storia mondiale, i combattimenti della I Guerra Mondiale, dal 1915 al 1917, durante i quali migliaia di soldati hanno perso la vita.

Una guerra di trincea

Le Dolomiti sono state scavate per km con gallerie e cunicoli, all’interno dei quali si nascondevano e trascorrevano le loro giornate soldati italiani, austriaci e tedeschi.

Molte persone hanno trascorso in queste trincee anni della loro vita e vi sono morti colpiti dal freddo, dalla fame e dagli stenti! Portare i viveri fin quassù non era impresa facile, soprattutto durante i lunghi mesi invernali! Si doveva attendere per settimane prima che i rifornimenti arrivassero sul Col di Lana, Lagazuoi, le Tofane, la Marmolada e sul Paterno.

Durante una battaglia morirono sul Col di Lana ben 8.200 soldati. Si combattè per anni per spostare il fronte solo di qualche metro, senza ottenere mai nulla. La decisione fu presa, infatti, a tavolino con un accordo firmato tra Austria e Italia del 1919.

Gallerie e resti che non fanno dimenticare

Ancora oggi i resti di questa crudele e lunghissima guerra si possono trovare tra le montagne che ne sono state triste teatro. Si possono trovare ancora oggi trincee e gallerie a Passo Falzarego, sulle Tre Cime di Lavaredo. Ovunque sulle Dolomiti si possono trovare testimonianze di questo triste avvenimento.

Consigli vacanza