Fai una richiesta
Trova una struttura in Alto Adige

Monastero di Sabiona

L'Abbazia benedettina del Monte Sabiona, sovrasta dall’alto il paese di Chiusa e la Valle Isarco e con il convento di clausura è un importante luogo di culto e spirituale.

Dove oggi sorge il monastero, già in epoca romanica si trovava un insediamento. Nel medioevo, quando fu trasferita a Bressanone la sede vescovile, qui venne eretta una rocca, in gran parte distrutta in un incendio intorno al 1500.

Verso la fine del 1600 furono fatti dei lavori e ricostruito il convento benedettino grosso modo come lo possiamo vedere noi oggi. Oggi il convento è un luogo di preghiera e contemplazione, abitato da monache di clausura. Durante i mesi estivi ospiti e pellegrini sono i benvenuti anche per il pernottamento.

Con la ricostruzione nel 19° secolo, il complesso ha perso un po’ l’aspetto di fortezza medievale. Nelle immediate vicinanze del monastero si trovano tre chiese: Santa Croce, Chiesa del Convento, Cappella delle Grazie che sono accessibili al pubblico tutti i giorni, dal mattino alla sera.

L'”Acropoli dell'Alto Adige”

Il monastero di Sabiona, è detto anche l’”Acropoli dell’Alto Adige”, grazie alla sua posizione dominante sulla cittadina di Chiusa, può essere visto in lontananza dai numerosi visitatori che esplorano la Valle Isarco e le sue bellezze.

Sabiona, con le sue chiese e il monastero, è tra i complessi storici di maggior pregio dell'Alto Adige e merita davvero di essere visto! La sua storia, arte e spiritualità affascinano da sempre i visitatori, cristiani e non.

Il Convento di Sabiona si raggiunge solo a piedi, in circa 30-40 minuti. Si parte dal centro storico di Chiusa e lungo il percorso si possono ammirare panorami splendidi della valle e del paese sottostante.

Prenotando è possibile partecipare a visite guidate del monastero che vengono organizzate su richiesta.

Consigli vacanza