Fai una richiesta
Trova una struttura in Alto Adige
  1. Regioni
  2. Merano e dintorni
  3. Ultimo
  4. Larici millenari a Ultimo

Larici millenari a Ultimo

Chi pensa che solo le opere d’arte create dall’uomo meritino di essere visitate, si dovrà ricredere, perché la Val d’Ultimo conserva un patrimonio naturale tutto da scoprire.

Località nella Regione

A 1430 m sul livello del mare, nei pressi del paese di Santa Gertrude, in Val d’Ultimo, troverete tre larici millenari. Si tratta delle tre conifere più antiche d’Europa. Un vero e proprio spettacolo della natura! A quanto pare questi tre larici sono precedenti ai primi insediamenti umani in Val d’Ultimo, quando ancora la valle era popolata solo da lupi, orsi e linci.

I tre alberi antichi non possono raccontarci quello che è successo in questi lunghi anni. I solchi e le scanalature nella robusta corteccia, i rami piegati dal vento e le lunghe radici che scavano nel terreno, sono testimonianza del tempo trascorso e ci fanno capire che molte persone si sono riposate nella loro ombra.

La cima del larice più alto raggiunge i 35 metri circa, per una circonferenza di 8 metri. Su un larice abbattuto dal vento nel 1930 sono stati contati più di 2.000 anelli di età.

Se desiderate ammirare di persona questo spettacolo della natura, non vi resta che percorrere il nuovo e comodo sentiero. Qui potrete trovare un tabellone illustrativo e descrittivo in tre lingue, uno spiazzo con panchine, dove fermarsi a fare una sosta e una caratteristica fontana in legno di larice.

Tutti gli escursionisti e gli amanti della natura potranno trascorrere piacevoli ore all’ombra degli “antichi abitanti” della Val d’Ultimo.
 

Alloggi Ultimo
Consigli vacanza