Fai una richiesta
Trova una struttura in Alto Adige

Vacanze e hotel nella zona Ortles

Il re Ortles regna sopra i villaggi Solda e Trafoi. Non per niente l’Ortles viene chiamato il re delle montagne, perchè con 3905 metri è la più alta delle alpi est e brilla anche con un grandezza imponente.

L'alpinismo inVal Venosta è strettamente legato alle zone di Solda e del maestoso Ortles, la montagna più alta del Sudtirolo con i suoi imponenti 3905 metri di altezza.

Il paesaggio tutto intorno regala stupendi giochi di colori della natura. L’intenso verde dell’estate accompagna lo sguardo da fondovalle al bianco lucente dei giganti ricoperti di ghiaccio.

Da 900 a 3250m. In inverno, invece, si parte là dove arrivano gli altri. Un grandioso paesaggio naturale ricoperto di un candido mantello invernale: una vacanza in mezzo a queste stupende montagne diventa un ricordo indelebile.

Il “Re Ortles”, così viene ora chiamato da turisti ed escursionisti, si è però fatto conscere ai piú solamente un centinaio di anni fa.

In passato Solda, alle spalle della grande montagna, si trovava a vivere in un isolamento obbligato. Nessun contatto con le valli vicine, nessuna strada di collegamento, niente corrente elettrica, tant´è che a Merano era ai tempi conosciuta come la “piccola Siberia” , paese popolato da lupi ed orsi.

Storia di un paese dimenticato

La rinascita della zona avvenne nel 1863 con l'arrivo del nuovo parroco Johann Eller. Fino ad allora le uniche strutture presenti erano una piccola chiesa, la casa del parroco ed una fattoria. Grazie all'intervento di Eller sorse il primo albergo e, nel giro di soli cinquanta anni, altri tre hotel arrivarono ad aumentare la popolazione della valle nascosta. Tra il 1890 ed il 1892, avvenne, finalmente, sotto la guida di Eller, la costruzione della strada di collegamento per Solda.

Successivamente a Eller, ci fu un altro grande personaggio a dare importanza alla zona dell'Ortles. Un pioniere del turismo, il viennese di origine greca Theodor Christomannos. Grazie a lui nacque il Grand Hotel ed arrivó a Solda per la prima volta anche l'energia elettrica determinando la definitiva nascita del turismo locale.

Christomannos fu molto celebre quando ancora in vita, ma la sua memoria tra gli abitanti di Solda e di tutto l'Alto Adige è ancora viva, tanto che sulla sua tomba ancora oggi si puó leggere la frase: “all'uomo che tutto fece per gli altri senza mai volere nulla per se stesso”.

Fu in questo modo, quindi, che la zona dell'Ortles divenne di grande richiamo per gli amanti della montagna. Oggi le  associazioni di alpinismo della zona dello Stelvio-Trafoi accompagnano i loro ospiti sulla cima della maestosa montagna e da Bormio e Merano è possibile fare delle indimenticabili passeggiate su slitta trainata da cavalli fino ai piedi del Re Ortles.

Consigli vacanza