Burgen-und-Schlösser_Headerbild preview
Fai una richiesta
Trova una struttura in Alto Adige
  1. Temi
  2. Cultura
  3. Castelli & Residenze
  4. Chiusa di Rio Pusteria

La Chiusa di Rio Pusteria

La Chiusa di Rio Pusteria si trova al confine tra la Valle Isarco e la Val Pusteria. La cinta muraria e le torri costruite nel 15 ° secolo sono rimaste per lo più intatte. La vecchia fortezza di confine del 13 ° secolo, si trova poco più a ovest ma ne sono rimasti solo pochi resti.

L’imponente rovina della Chiusa di Rio Pusteria, uno sbarramento rettangolare risalente al XV secolo, è stata nel corso degli anni ristrutturata ed è oggi visitabile con una guida. Si trova sulla riva del fiume Rienza tra i paesi di Rio Pusteria e Vandoies. Qui nel lontano 1271 si trovava il confine tra le contee di Tirolo e Gorizia e proprio per questa ragione Mainardo II fece costruire questo sbarramento.

La nuova chiusa

La chiusa antica si trovava circa 600 m a ovest rispetto alla struttura di oggi. Il committente della nuova chiusa, fu Sigismondo d’Austria detto il danaroso. La nuova struttura aveva torri circolari, ed un muro di sbarramento. La parte superiore è quella originariamente maggiormente fortificata, mentre quella inferiore era abitata. Nella parte superiore è rimasta soltanto la torre sinistra, mentre la destra fu distrutta durante la costruzione della Ferrovia della Val Pusteria, come parte del muro di cinta esterno. Nella parte bassa si possono riconoscere la dogana (con le stalle e la fucina), sulla sinistra la Kaiserturm ("torre dell'Imperatore"), dove Massimiliano I era solito soggiornare in occasione delle sue battute di caccia. Ci sono anche i resti di una cappella dedicata alla Trinità e una pietra miliare, che commemora il battesimo di fuoco dei Kaiserjäger tirolesi (1813).

Nel corso dei secoli ci furono vari scontri tra le sue mura. Nel 1526, durante le guerre dei contadini, la chiusa venne assediata. Anche più tardi, durante la guerra di successione spagnola del 1703, e nel 1809, in occasione dell'insurrezione dei tirolesi contro l'occupazione bavarese, la fortificazione venne gravemente danneggiata e mai più ricostruita. Con il passare del tempo e la costruzione della ferrovia, la Chiusa di Rio Pusteria perse di importanza, diventando una cava di pietra per la popolazione e fu lasciata cadere in rovina.

Una nuova vita

Con lo spostamento della strada statale della Val Pusteria, si decise di sottoporre la rovina della Chiusa di Rio Pusteria a un’importate ristrutturazione. Oggi è possibile visitarla con una guida e al suo interno si tengono spettacoli teatrali e musicali, eventi, manifestazioni e concerti. In estate l’associazione turistica organizza anche giochi medioevali capaci di entusiasmare soprattutto i bambini.

La Chiusa di Rio Pusteria è visitabile da giugno a settembre ogni giovedì, in luglio e agosto anche il sabato mattina.

Per ulteriori informazioni:

Associazione Turistica Chiusa di Rio Pusteria
Tel.: +39 0472 849 482
info@muehlbacherklause.it