Fai una richiesta
Trova una struttura in Alto Adige
  1. Temi
  2. Cultura
  3. Castelli & Residenze
  4. Castello di Tures

Castello di Tures a Campo Tures

Il Castello di Tures, a Campo Tures, ha origini molto antiche, se ne sente parlare per la prima volta nel 1130.

Il Castello a Campo Tures si può visitare da soli o accompagnati da competenti guide in costume che vi racconteranno la sua storia e le disavventure che hanno vissuto i suoi inquilini.

Il Conte Hugo, proprietario del castello, dopo aver combattuto numerose battaglie divenne vittima d'intrighi di corte, nel 1293 dovette sottomettere la sua posizione signorile contro il suo volere a Sua Altezza della Landa, il conte del Tirolo e concedere in sposa la sua unica figlia Agnese al conte Schwabisch di Kirchberg.

La leggenda narra che la figlia, costretta in un matrimonio obbligato dalla disperazione si lanciò dalla finestra suicidandosi e il suo fantasma infelice si aggira ancora per le camere del castello.

Il castello passò poi al vescovo, conte di Bressanone, dal 1456 al 1489. Nel 1504 l’imperatore Massimiliano vendette il dominio ai Fieger che dopo la costruzione della residenza di Neumelans al margine meridionale del paese posero lì la loro corte. Ai Fieger, la cui casata terminò nel 1602, seguirono diversi proprietari, i quali tuttavia non abitarono mai a Tures.

Il Castello di Tures è disabitato dal XIX secolo, nel 1953 fu comprato dall'abate Geronimo Gassner (deceduto nel 1976) che le fece ristrutturare e ne riedificò la torre.

Da allora è diventato una meta molto amata da grandi e piccini che amano le storie dei cavalieri e del medioevo.

Appartamenti Campo Tures Hotel Campo Tures