Fai una richiesta
Trova una struttura in Alto Adige
  1. Temi
  2. Cultura
  3. Tradizioni

Tra storia, cultura e tradizione

L´Alto Adige è una regione profondamente legata agli usi e costumi della propria tradizione.

In diversi periodi dell´anno la storia dell'Alto Adige rivive ancora oggi per essere testimone di un passato mai dimenticato.

Per imparare a conoscere l'Alto Adige e la sua gente basta essere presente ad una delle numerose manifestazioni storico-tradizionali e respirarne l'aria...un tuffo nel passato di queste montagne per poterne celebrare il presente.

Il fuoco del Sacro Cuore di Gesù

Una tradizione questa, forse la più importante dell'Alto Adige, che risale al 1796.

In quel tempo le truppe di Napoleone I stavano invadendo il Tirolo. I combattenti per la libertà dunque, per chiedere buon auspicio nella conquista della tanto sospirata vittoria, si rivolsero al Sacro Cuore di Gesù.

Andreas Hofer, paladino della libertà tirolese, una volta uscito vincitore della battaglia a Berg-Isel contro le truppe franco-bavaresi, rinnovò la promessa fatta, dando così inizio ad una importante e sentita celebrazione che ancora oggi rivive negli animi delle persone.

E così, circa alla metà di Giugno, la prima domenica dopo il Corpus Domini, se vi trovate in Alto Adige...alzate gli occhi al cielo. Tra le vette delle montagne potrete scorgere grandi cuori infuocati che illuminano la notte d'estate, ricordando una promessa, quella fatta la Sacro Cuore di Gesù.

Sagre di paese

La Val Pusteria è fortemente legata alla tradizionale sagra di paese che rivive nel personaggio del "Kirschtamichl". Le prime si tengono in Maggio e proseguono fino alla fine dell´estate.

Durante la festa di tre giorni, viene eretto un tronco d'albero all'apice del quale viene fissato il bambolotto raffigurante "Michl" appunto. Più è alto l´albero e maggiore è l'orgoglio del paese. Un gruppo di paesani è, inoltre, incaricato della protezione dell'albero, per difenderlo dagli "attacchi" dell´avversario paese vicino, che per tradizione tenterà di rubare il Kirschtamichl.

Alla fine della festa il tronco viene abbattuto e dato come primo premio della lotteria, al quale tutti gli abitanti aspirano per poterne utilizzare la legna in inverno, al fine di scaldare le loro case.

Consigli vacanza