Fai una richiesta
Trova una struttura in Alto Adige
  1. Temi
  2. Natura
  3. Laghi
  4. Lago di Resia

La leggenda di Curon

Oggi, il campanile che sorge dall'acqua rappresenta un'immagine particolarmente romantica, anche se sotto questo perfetto sfondo fotografico si trova una storia molto triste per gli abitanti dell'alta Val Venosta. Il campanile rappresenta, infatti, l'ultimo ricordo dell'antico paese di Curon.

Dalla metá del secolo scorso il paese di Graun si trova sotto la superficie del lago Resia. Tra il 1948 e il 1950, infatti, la grande compagnia elettrica Montecatini fece costruire una gigantesca diga che fece unire i laghi di Resia e Curon sacrificando una parte del paese.

Più di 500 ettari di terra coltivata e piú 150 case sono state sommerse. Molte famiglie, nonostante i finanziamenti, rimasero senza passato né futuro e chi non si trasferí altrove andó a vivere nel nuovo paese di Curon, più in alto.

Le ferite della natura si sono con gli anni rimarginate soprattutto grazie ad un piano di risanamento della zona che dovrebbe compiersi nei prossimi anni. Sono le ferite nell'animo dei vecchi abitanti, peró, a non guarire. Il ricordo della propria casa sommersa dalle acque è difficile da dimenticare.

Un ricordo di un paese sommerso che vive negli anziani ma che verrá portato avanti dai bambini di Curon.

Appartamenti Resia Hotel Resia