Fai una richiesta Trova una struttura in Alto Adige
Richiedi offerte & Trova alloggi

Museo della Farmacia a Bressanone

C’è un museo davvero particolare che dal 2002 affascina appassionati di medicina e farmacia e non solo! Nel centro di Bressanone, sopra l'antica Farmacia Peer in Via Ponte Aquila, è stato allestito il Museo della Farmacia di Bressanone che raccoglie tante curiosità e stranezze di questo misterioso mondo.

Farmacie ieri e oggi

Museo della Farmacia Bressanone
Museo della Farmacia Bressanone

Museo della Farmacia Bressanone - Un antico testo conservato nella farmacia

© PMBx

Un tempo le farmacie costudivano al loro interno oggetti ornamentali al quanto bizzarri, seppur affascinanti, come coccodrilli imbalsamati, corazze di tartarughe, noci di cocco, zoccoli di animali, pelle di serpenti e naturalmente ogni genere di fiore e pianta. Non era insolito, entrare in una farmacia e trovarsi sopra la testa animali esotici appesi al soffitto. Tutto questo, probabilmente, voleva contribuire a creare un’atmosfera mistica e misteriosa intorno a quello che la farmacia e il farmacista rappresentavano, una figura a cui affidarsi ma allo stesso tempo da temere, perché custode di segreti e poteri non comuni a tutti.

Oggi le cose sono molto cambiate, ma il Museo della Farmacia di Bressanone, espone al suo interno rari esemplari di quello che un tempo si poteva trovare dentro una farmacia. Passeggiando per le stanze del museo, ad esempio, potrete ammirare un coccodrillo, la testa di un armadillo, un frammento di mummia egizia e uno zoccolo di alce.

Museo della Farmacia Bressanone
Museo della Farmacia Bressanone

Museo della Farmacia Bressanone - Un viaggio alla scoperta della medicina lungo 400 anni

© PMBx

Un piccolo museo, grande ricchezza

Il museo è aperto al pubblico dal 2002 e espone, oltre agli strani ornamenti di cui abbiamo parlato, anche strumenti che servivano alla produzione di compresse, sezionatori di pillole, stampi e molto altro ancora. I vasi, le confezioni e i farmaci in mostra documentano oltre 400 anni di storia della farmacia, ne raccontano i progressi e le incredibili trasformazioni.

Le superficie museale è di 150 mq, ed è divisa in 4 locali, all’interno dei quali si trova anche una biblioteca che raccoglie 5 secoli di arte farmaceutica, libri di erboristeria e raccolte di ricette, manuali introduttivi a fisica e chimica, trattati di medicina e classificazioni di botanica. Altra zona molto interessante quella dedicata al laboratorio, dove si trovano apparecchi per ricerche chimiche come distillatori e crogioli.

Il potere curativo che viene dalla natura

All’interno del museo si possono trovare anche moltissime informazioni sulle droghe officinali di derivazione minerale, animale e vegetale. Oggi la farmacia è ben lontano da tutto questo ma è innegabile che la natura è da sempre una fonte inestimabile per la ricerca di nuovi farmaci e cure. Da sempre l’uomo ha trovato rimedi che lo hanno aiutato a curarsi e a guarire, quando ancora la medicina era una scienza in via di sviluppo.

E’ solo dopo il XIX secolo, con la rivoluzione industriale, che nascono le industrie farmaceutiche, mentre prima erano le farmacie stesse a produrre quasi tutti i medicamenti nei propri laboratori.

Visitata guidata e ingresso al museo

Chi è interessato a una visita al museo un po’ più approfondita, può usufruire di un’audio-visita guidata di 40 minuti realizzata in 4 lingue (italiano, inglese, francese ed tedesco), facilmente scaricabile sullo smartphone. Basterà inquadrare e fotografare un QR-Code per scaricare l’App gratuita: "Hearonymus"!

L’ingresso al museo è gratuito per i possessori della Museumcard e della Brixencard. E’ possibile richiedere visite guidate di gruppo, per un minino di 10 persone, anche in orari e giorni diversi da quelli prestabiliti, previo accordo, scrivendo a contact@museofarmacia.it o chiamando il numero +39 0472 209 112.

Per informazioni sugli orari di apertura visitate il sito: www.pharmaziemuseum.it

Musei

Service