Fai una richiesta Trova una struttura in Alto Adige
Richiedi offerte & Trova alloggi

Vacanze a Racines

Racines, un comune di recente costruzione, ha in realtà origini antichissime negli insediamenti sul versante meridionale delle Alpi, comprende le tre vallate: Val Ridanna, Val Racines, Val Giovo e Passo Giovo.

Per superficie, il comune di Racines è il sesto più grande di tutto l’Alto Adige, con pochi abitanti disseminati in piccoli e pittoreschi paesi. Partendo da 980 m, la parte abitata delle valli, raggiunge i 1.620 m, mentre con escursioni o scalate è possibile raggiungere addirittura i 3.507 m!

Nelle valli di questo comune non c'è traffico di passaggio, in quanto tutte le strade portano e terminano tra le montagne! Per questo le tre valli di Racines possono essere definite senza alcuna esagerazione "le valli della tranquillità nell'abbraccio della natura"!

Cascata di Stanghe
Cascata di Stanghe

Rio Racines si trasforma nella gola di Stanghe dopo Vipiteno e in incredibili cascate.

© Tourismusverein Ratschings
Area sciistica  Racines-Giovo
Area sciistica Racines-Giovo

Area sciistica Racines-Giovo

© Skigebiet Ratschings-Jaufen
Area sciistica  Racines-Giovo
Area sciistica Racines-Giovo

Area sciistica Racines-Giovo

© Skigebiet Ratschings-Jaufen
Cascata di Stanghe
Cascata di Stanghe

Rio Racines si trasforma nella gola di Stanghe dopo Vipiteno e in incredibili cascate.

© Tourismusverein Ratschings
Cascata di Stanghe
Cascata di Stanghe

Il Rio Racines Bach si trasforma nella Gola di Stanghe vicino a Vipiteno, scendendo lungo fragorose cascate.

© Tourismusverein Ratschings
Area sciistica  Racines-Giovo
Area sciistica Racines-Giovo

Area sciistica Racines-Giovo

© Skigebiet Ratschings-Jaufen
Area sciistica  Racines-Giovo
Area sciistica Racines-Giovo

Area sciistica Racines-Giovo

© Skigebiet Ratschings-Jaufen
Gola di Stanghe
Gola di Stanghe

Rio Racines si trasforma nella gola di Stanghe dopo Vipiteno e in incredibili cascate.

© Tourismusverein Ratschings
Gola di Stanghe
Gola di Stanghe

Rio Racines si trasforma nella gola di Stanghe dopo Vipiteno e in incredibili cascate.

© Tourismusverein Ratschings
Area sciistica  Racines-Giovo
Area sciistica Racines-Giovo

Area sciistica Racines-Giovo

© Skigebiet Ratschings-Jaufen
Gola di Stanghe
Gola di Stanghe

Rio Racines si trasforma nella gola di Stanghe dopo Vipiteno e in incredibili cascate.

© Tourismusverein Ratschings
Gola di Stanghe
Gola di Stanghe

Rio Racines si trasforma nella gola di Stanghe dopo Vipiteno e in incredibili cascate.

© Tourismusverein Ratschings
Gola di Stanghe
Gola di Stanghe

Rio Racines si trasforma nella gola di Stanghe dopo Vipiteno e in incredibili cascate.

© Tourismusverein Ratschings
Gola di Stanghe
Gola di Stanghe

Rio Racines si trasforma nella gola di Stanghe dopo Vipiteno e in incredibili cascate.

© Tourismusverein Ratschings
Gola di Stanghe
Gola di Stanghe

Rio Racines si trasforma nella gola di Stanghe dopo Vipiteno e in incredibili cascate.

© Tourismusverein Ratschings

Mobilità sostenibile e attenzione alla natura

Questo significa che Racines si può raggiungere comodamente in treno e in autobus e una volta qui ci si può muovere facilmente senza dover prendere la macchina. Le strade i e vicoli del paese si possono visitare a piedi, tra la pace, lontani dal rumore del traffico e dai gas di scarico. Per visitare la zona circostante, consigliamo un tour in mountain bike o una passeggiata a cavallo.

D’estate è disponibile usufruire di un servizio navetta per i principali punti di partenza per le più belle escursioni, d’inverno, invece, uno ski bus gratuito vi porterà agli impianti di Racines Giovo.

Museo Provinciale Miniere - Ridanna/Monteneve
Museo Provinciale Miniere - Ridanna/Monteneve

Monte Neve era una volta la miniera più alta e più lunga di argento, piombo e zinco in Europa. Oggi è diventata un museo minerario, un percorso naturalistico che è possibile visitare su rotaie.

© Landesmuseum Bergbau
Museo Provinciale Miniere - Ridanna/Monteneve
Museo Provinciale Miniere - Ridanna/Monteneve

Monte Neve era una volta la miniera più alta e più lunga di argento, piombo e zinco in Europa. Oggi è diventata un museo minerario, un percorso naturalistico che è possibile visitare su rotaie.

© Armin Terzer - Landesmuseum Bergbau
Museo Provinciale Miniere - Ridanna/Monteneve
Museo Provinciale Miniere - Ridanna/Monteneve

Monte Neve era una volta la miniera più alta e più lunga di argento, piombo e zinco in Europa. Oggi è diventata un museo minerario, un percorso naturalistico che è possibile visitare su rotaie.

© Armin Terzer - Landesmuseum Bergbau
Museo Provinciale Miniere - Ridanna/Monteneve
Museo Provinciale Miniere - Ridanna/Monteneve

Monte Neve era una volta la miniera più alta e più lunga di argento, piombo e zinco in Europa. Oggi è diventata un museo minerario, un percorso naturalistico che è possibile visitare su rotaie.

© AlexFilz - Landesmuseum Bergbau
Museo Provinciale Miniere - Ridanna/Monteneve
Museo Provinciale Miniere - Ridanna/Monteneve

Monte Neve era una volta la miniera più alta e più lunga di argento, piombo e zinco in Europa. Oggi è diventata un museo minerario, un percorso naturalistico che è possibile visitare su rotaie.

© AlexFilz - Landesmuseum Bergbau
Museo Provinciale Miniere - Ridanna/Monteneve
Museo Provinciale Miniere - Ridanna/Monteneve

Monte Neve era una volta la miniera più alta e più lunga di argento, piombo e zinco in Europa. Oggi è diventata un museo minerario, un percorso naturalistico che è possibile visitare su rotaie.

© Armin Terzer - Landesmuseum Bergbau
Museo Provinciale Miniere - Ridanna/Monteneve
Museo Provinciale Miniere - Ridanna/Monteneve

Monte Neve era una volta la miniera più alta e più lunga di argento, piombo e zinco in Europa. Oggi è diventata un museo minerario, un percorso naturalistico che è possibile visitare su rotaie.

© Armin Terzer - Landesmuseum Bergbau
Museo Provinciale Miniere - Ridanna/Monteneve
Museo Provinciale Miniere - Ridanna/Monteneve

Monte Neve era una volta la miniera più alta e più lunga di argento, piombo e zinco in Europa. Oggi è diventata un museo minerario, un percorso naturalistico che è possibile visitare su rotaie.

© Armin Terzer - Landesmuseum Bergbau
Museo Provinciale Miniere - Ridanna/Monteneve
Museo Provinciale Miniere - Ridanna/Monteneve

Monte Neve era una volta la miniera più alta e più lunga di argento, piombo e zinco in Europa. Oggi è diventata un museo minerario, un percorso naturalistico che è possibile visitare su rotaie.

© Armin Terzer - Landesmuseum Bergbau
Museo Provinciale Miniere - Ridanna/Monteneve
Museo Provinciale Miniere - Ridanna/Monteneve

Monte Neve era una volta la miniera più alta e più lunga di argento, piombo e zinco in Europa. Oggi è diventata un museo minerario, un percorso naturalistico che è possibile visitare su rotaie.

© Armin Terzer - Landesmuseum Bergbau
Museo Provinciale Miniere - Ridanna/Monteneve
Museo Provinciale Miniere - Ridanna/Monteneve

Monte Neve era una volta la miniera più alta e più lunga di argento, piombo e zinco in Europa. Oggi è diventata un museo minerario, un percorso naturalistico che è possibile visitare su rotaie.

© Armin Terzer - Landesmuseum Bergbau
Museo Provinciale Miniere - Ridanna/Monteneve
Museo Provinciale Miniere - Ridanna/Monteneve

Monte Neve era una volta la miniera più alta e più lunga di argento, piombo e zinco in Europa. Oggi è diventata un museo minerario, un percorso naturalistico che è possibile visitare su rotaie.

© Armin Terzer - Landesmuseum Bergbau
Museo Provinciale Miniere - Ridanna/Monteneve
Museo Provinciale Miniere - Ridanna/Monteneve

Monte Neve era una volta la miniera più alta e più lunga di argento, piombo e zinco in Europa. Oggi è diventata un museo minerario, un percorso naturalistico che è possibile visitare su rotaie.

© Armin Terzer - Landesmuseum Bergbau
Museo Provinciale Miniere - Ridanna/Monteneve
Museo Provinciale Miniere - Ridanna/Monteneve

Monte Neve era una volta la miniera più alta e più lunga di argento, piombo e zinco in Europa. Oggi è diventata un museo minerario, un percorso naturalistico che è possibile visitare su rotaie.

© Armin Terzer - Landesmuseum Bergbau
Museo Provinciale Miniere - Ridanna/Monteneve
Museo Provinciale Miniere - Ridanna/Monteneve

Monte Neve era una volta la miniera più alta e più lunga di argento, piombo e zinco in Europa. Oggi è diventata un museo minerario, un percorso naturalistico che è possibile visitare su rotaie.

© Armin Terzer - Landesmuseum Bergbau
Museo Provinciale Miniere - Ridanna/Monteneve
Museo Provinciale Miniere - Ridanna/Monteneve

Monte Neve era una volta la miniera più alta e più lunga di argento, piombo e zinco in Europa. Oggi è diventata un museo minerario, un percorso naturalistico che è possibile visitare su rotaie.

© Armin Terzer - Landesmuseum Bergbau
Museo Provinciale Miniere - Ridanna/Monteneve
Museo Provinciale Miniere - Ridanna/Monteneve

Monte Neve era una volta la miniera più alta e più lunga di argento, piombo e zinco in Europa. Oggi è diventata un museo minerario, un percorso naturalistico che è possibile visitare su rotaie.

© Armin Terzer - Landesmuseum Bergbau
Museo Provinciale Miniere - Ridanna/Monteneve
Museo Provinciale Miniere - Ridanna/Monteneve

Monte Neve era una volta la miniera più alta e più lunga di argento, piombo e zinco in Europa. Oggi è diventata un museo minerario, un percorso naturalistico che è possibile visitare su rotaie.

© Armin Terzer - Landesmuseum Bergbau

In armonia con la natura

Il comune di Racines in Valle Isarco, fa parte della cooperazione "Alpine Pearls", garanzia di una vacanza senza stress, naturale, attiva e di relax per tutta la famiglia. Tutte le destinazioni "Alpine Pearls" danno grande importanza alla mobilità sostenibile, all'approccio ambientale, alla sostenibilità e alla tutela del clima in cui sono collocate. Questa particolare attenzione è un vantaggio per i residenti di Racines, così come per gli ospiti che si recano in questa valle alla ricerca di una natura incontaminata e di una vacanza rilassante.Non importa se avete scelto Racines per rilassarvi o per dedicarvi a una vacanza attiva, Racines, Ridanna e Giovo avranno di sicuro qualcosa che fa al caso vostro.

Gli amanti della cultura potranno visitare le ruggenti cascate della gola Gilf e Burkhard, ma anche l'emozionante Museo delle Miniere di Monteneve, le misteriose rovine di Castel Reifenegg e il Museo Nazionale della Caccia e Pesca, che si trova nel palazzo barocco di Wolfsthurn. Innumerevoli percorsi escursionistici portano alle malghe assolate e proseguono fino al regno sontuoso dei ghiacciai.

Offerte vacanza

Alloggi consigliati

Naturhotel Rainer
Jaufental - Mittertal 48 - 39040 - Ratschings
+39 0472 765355
info@hotel-rainer.it
www.hotel-rainer.it
Wanderhotel Jaufentalerhof
Jaufental 53 - 39040 - Ratschings
+39 0472 765030
info@jaufentalerhof.com
www.jaufentalerhof.com
Hotel Tonnerhof
Obertelfes 12 - 39040 - Ratschings
+39 0472 756861
info@tonnerhof.com
www.tonnerhof.com

Consigli utili

Al
Blog